Mamma mi compri il “cibo-spazzatura”?
I bambini sono letteralmente bombardati dalla pubblicità di cibo-spazzatura o junk food, tant’è che alcuni Paesi sono corsi ai ripari con limitazioni delle fasce orarie in cui gli spot possono essere trasmessi. Non solo la TV però andrebbe controllata ma anche i siti internet: molti prodotti hanno infatti siti molto interattivi e accattivanti, con proposte di giochi, concorsi a premi e molto altro. Tutto questo cattura ovviamente l’attenzione dei più piccoli che desiderano così mangiare il prodotto del momento.
Il cibo-spazzatura è una delle principali cause dell’alto tasso di sovrappeso e obesità tra i bambini (ma anche tra gli adulti).
E’ caratterizzato dall’essere “densamente energetico” ovvero è molto calorico ed ha un elevato contenuto in sale, zuccheri semplici, colesterolo, grassi saturi. E’ invece povero in vitamine, minerali, fibre e acidi grassi essenziali.
Un classico hamburger con patatine fritte viaggia sulle 500-600 Kcal a seconda dei condimenti. Se poi si consuma anche uno snack dolce a fine pasto dobbiamo aggiungere altre 150 Kcal (per quelli più leggeri), ma si può arrivare anche alle 400 Kcal per certi dessert proposti dai fast food. Senza considerare che spesso non si beve acqua ma una bibita (in media 120 Kcal per la lattina da 33 cl)…. decisamente troppe Kcal per un solo pasto!
Ma è possibile in qualche modo far disabituare i bambini a questo tipo di prodotti? La chiave sta nella scuola e nella famiglia, quindi nell’educazione alimentare in questi due ambiti.
Spesso a casa quella sul cibo diventa una battaglia davvero difficile da combattere e i genitori esausti finiscono per cedere. D’altra parte non è facile controllare tutto quello che ingurgitano i propri piccoli durante il giorno e di certo non si può affidare questo delicato compito alla baby-sitter.
A scuola le campagne di educazione alimentare stanno certamente aumentando, ma se poi il bambino non trova riscontro di quanto appreso dal modello familiare tutto il lavoro fatto si vanifica.
Quindi, come fare? Esiste un modo vincente per proteggere i bambini (ma anche gli adolescenti!) dal cibo-spazzatura?
Se avete un’esperienza positiva che desiderate condividere potete lasciare un commento qui in basso.

[cml_media_alt id='1518']Cinzia Scarcelli - 7[/cml_media_alt]

Contatti:
Cinzia.Scarcelli@yahoo.com
cell: +39 347 071 4588
Facebook: Cinzia Scarcelli Farmacista e Nutrizionista
Skype: cinzia.scarcelli1